Musicoterapia e Arteterapia

La musicoterapia

La musicoterapia è inserita a pieno diritto tra le terapie espressive, vale a dire quell'insieme di interventi essenzialmente non verbali che utilizzano mediatori “artistici” allo scopo di favorire, ampliare e modellare le modalità espressive e comunicative del singolo individuo nella conoscenza di sé, all'interno di un gruppo e del nucleo famigliare.

La musica infatti, per la sua caratteristica di essere fruita in modo passivo, per la corporeità che evoca e solletica, e per il suo carattere fortemente regressivo e nostalgico, è in grado di aprire canali di comunicazione del tutto inesplorati, o di renderne visibili altri finora rimasti chiusi.

Introdurre alla musica può agevolare un percorso di conoscenza e di crescita personale, può facilitare lo sviluppo della creatività, sviluppare relazioni e permettere l'integrazione; il tutto all'interno di un contesto educativo caratterizzato da attività ludiche gratificanti e stimolanti per chi le pratica.

In questo senso saranno proposti incontri singoli o di gruppo volti a facilitare la comunicazione e l'espressione, a favorire l'instaurarsi di relazioni sociali e formare individui sensibili e creativi.

www.confiam.it


L’Arteterapia

L’Arteterapia ha finalità preventive, terapeutiche o psicoterapeutiche, rivolte a differenti utenze: minori, anziani, disabili, pazienti psichiatrici, patologie degenerative, dipendenze, condotte trasgressive, disturbi alimentari, ecc. È una disciplina che, utilizzando le tecniche e la decodifica dell’arte grafico-plastica, ha l’obiettivo di creare manufatti che racchiudono pensieri ed emozioni che, durante il percorso di Atelier, diventano simboli comunicabili.


“Nell'atto di creazione di ciascun individuo
l'arte nutre l'anima,coinvolge le emozioni e libera lo spirito,
e questo può incoraggiare le persone a fare qualcosa
semplicemente perché vogliono farlo.
L'arte può motivare tantissimo, poiché ci si riappropria,
materialmente e simbolicamente,
del diritto naturale di produrre un'impronta
che nessun altro potrebbe lasciare
ed attraverso la quale esprimiamo
la scintilla individuale della nostra umanità".
(da “Arteterapia in educazione e riabilitazione", Bernie Warren)

L'arteterapia include l'insieme delle tecniche e delle metodologie che utilizzano le attività artistiche visuali come mezzi terapeutici, finalizzati al recupero ed alla crescita della persona nella sfera emotiva, affettiva e relazionale.

E' dunque un intervento di aiuto e di sostegno a mediazione non-verbale attraverso l'uso dei materiali artistici e si fonda sul presupposto che il processo creativo messo in atto nel fare arte”produce benessere, salute e migliora la qualità della vita. Attraverso l'espressione artistica è possibile incrementare la consapevolezza di sé, fronteggiare situazioni di difficoltà e stress, esperienze traumatiche, migliorare le abilità cognitive e godere del piacere che la creatività artistica, affermando la vita, porta con sé.



Attraverso l'arteterapia si ha la possibilità di attivare risorse che tutti possediamo: la capacità di elaborare il proprio vissuto, dandogli una forma, e di trasmetterlo creativamente agli altri.”
(dagli Atti del Convegno Nazionale sulle Arti Terapie - Carpi, 7 e 8 Settembre 2001).

Per poterla praticare, non sono necessarie precedenti esperienze o competenze di tipo artistico; non è questo il contesto in cui possano emergere giudizi di tipo estetico, poiché ogni espressione dell'anima e della propria umanità, fosse anche solo un semplice segno o un insieme caotico di linee e colori, è manifestazione autentica di un sentire profondo e come tale, di valore inestimabile.

http://www.artecometerapia.it/

Comments