Massaggio Infantile

Il massaggio del bambino non è una tecnica, è un modo di stare con il proprio bambino.
Il massaggio del bambino è un’antica tradizione presente nella cultura di molti paesi.
Recentemente è stata riscoperta e si sta espandendo anche nel mondo occidentale.
L’evidenza clinica e recenti ricerche hanno confermato l’effetto positivo del massaggio sullo sviluppo e sulla maturazione del bambino a diversi livelli.
Il massaggio del bambino è semplice, ogni genitore può apprenderlo facilmente ed adattarlo alle esigenze del suo bambino, dalla nascita e durante le diverse fasi della crescita.
Con il massaggio possiamo accompagnare, proteggere e stimolare la crescita e la salute del nostro bambino, è un mezzo privilegiato per comunicare ed essere in contatto con lui.
I BENEFICI DEL MASSAGGIO

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che il massaggio apporta numerosi benefici alla coppia genitore-bambino. Il primo è innanzitutto la stimolazione, di tutti i sensi e in primo luogo della pelle come organo del tatto. Ciò favorisce:
  • l’accelerazione della mielinizzazione delle fibre nervose e il miglioramento dello sviluppo neurologico del bambino.
  • lo sviluppo dell’apparato respiratorio, favorendo gli scambi gassosi
  • lo sviluppo dell’apparato cardiocircolatorio favorendo la perfusione periferica
  • lo sviluppo dell’apparato gastro-intestina le facilitando una migliore digestione e assimilazione del cibo e aiutando l’evacuazione di aria e feci
  • lo sviluppo del sistema immunitario aumentando la resistenza alle infezioni
  • la regolazione del sistema neuro-ormonale abbassando i livelli di ACTH nel sangue e riducendo lo stress. Ciò favorisce il rilassamento del bambino e lo aiuta a scaricare le tensioni provocate da situazioni nuove o piccoli malesseri.
Il secondo beneficio del massaggio è il sollievo. Oltre ad alleviare il dolore delle coliche gassose, il massaggio del viso calma la tensione durante il periodo della dentizione o aiuta a scaricare i setti nasali dagli accumuli di muco.

Il terzo aspetto importante del massaggio è la facilitazione del bonding. Il massaggio rafforza tutti gli elementi costitutivi del legame di attaccamento, soprattutto nei casi in cui bambini e genitori sono stati separati fisicamente alla nascita (cesareo, bambino prematuro, adozioni,
difficoltà familiari ecc..). Il massaggio svolto con regolarità fornisce al genitore l’opportunità di imparare a comunicare “nella lingua del proprio figlio”; di fare conoscenza con il suo linguaggio corporeo, riconoscendo i suoi segnali, la sua soglia percettiva e le sue reazioni toniche al tocco.

Il massaggio aumenta inoltre la fiducia nel bambino. Durante la sua pratica il genitore nutre il figlio di sensazioni positive che sono la premessa di un comportamento positivo e di autostima.

I benefici del massaggio tuttavia non sono solo rivolti al bambino ma anche ai genitori. Durante il corso di massaggio essi imparano a comprendere il linguaggio del loro figlio e a rispettare i sui segnali. Questo accresce la loro autostima e il piacere dell’essere genitori.

I CORSI DI MASSAGGIO INFANTILE:


Il corso si articola in 5 incontri, una volta alla settimana, della durata di u n’ora e m ezzo circa, in cui si affrontano i seguenti argomenti:
  • Insegnamento della sequenza completa dei massaggi e dei suoi benefici
  • Insegnamento delle tecniche di "tocco dolce" e di "tocco di rilassamento"
  • Discussione, condivisione e confronto tra genitori di temi particolarmente cari a mamme e papà (capricci, alimentazione, separazione e inserimento al nido, etc.)
  • Momenti di riflessione sul legame genitori-bambino e sull'importanza della comunicazione non verbale e del contatto
  • Insegnamento di modalità che possono dare sollievo al bambino che soffre di stipsi, meteorismo, coliche e pianto.
  • Il massaggio adattato al bambino più grande, adottato o prematuro a seconda delle esigenze personali. 

Partecipare al corso è facile: contattami e recati al corso con il tuo bambino o bambina, portando con te le normali cose necessarie per gli spostamenti (pannolini, un cambio, una traversa, salviette…). L’insegnamento può essere offerto a genitori con il bambino in gruppo o singolarmente, specialmente quando i bambini abbiano più di otto/dieci mesi o presentino esigenze speciali, sia relazionali che fisiche.


Comments