Neuropsicomotricità e Psicomotricità

- Il T.N.P.E.E. -
Il terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva è l'operatore sanitario che, in possesso del diploma universitario abilitante, svolge, in collaborazione con l'équipe multiprofessionale di neuropsichiatria infantile e in collaborazione con le altre discipline dell'area pediatrica, gli interventi di prevenzione, terapia e riabilitazione delle malattie neuropsichiatriche infantili, nelle aree della neuro-psicomotricità, della neuropsicologia e della psicopatologia dello sviluppo.

(D.M. 17 gennaio 1997, n.56)
Cosa fa:

Il T.N.P.E.E. svolge interventi diretti alla prevenzione, valutazione e terapia di bambini con difficoltà evolutive, motorie e neuro cognitive. In particolare:
  • identifica il bisogno e realizza il bilancio diagnostico e terapeutico del bambino
  • svolge attività terapeutica per le disabilità neuro-psicomotorie, psicomotorie e neuropsicologiche in età evolutiva utilizzando tecniche specifiche per fascia d'età e per singoli stadi di sviluppo
  • attua procedure rivolte all'inserimento dei soggetti portatori di disabilità neuro-psicomotoria e cognitivo; collabora all'interno dell'équipe multiprofessionale con gli operatori scolastici per l'attuazione della prevenzione, della diagnosi funzionale e del profilo dinamico-funzionale del piano educativo individualizzato;
  • verifica l'adozione di protesi e di ausili rispetto ai compensi neuropsicologici e al rischio psicopatologico

A chi si rivolge:
Il T.N.P.E.E. si rivolge in particolare a bambini con ritardi semplici e generalizzati di sviluppo, deficit d’attenzione, iperattività, inibizione motoria, disturbi minori del movimento e disturbi dell’apprendimento. Inoltre si dedica ai bambini con patologie neuromotorie come malattie neuromuscolari, PCI e altre patologie congenite.




- Lo Psicomotricista -



Lo Psicomotricista
è l’operatore che svolge interventi di educazione, prevenzione e sostegno alla crescita psicofisica, emotivo/relazionale dell’individuo utilizzando metodi e tecniche ludiche a mediazione corporea.






In particolare:
  • Effettua interventi preventivo-educativo in ambito psicopedagogico e socio-educativo
  • Svolge attività di formazione indirizzata agli adulti (genitori, educatori, insegnanti, operatori dell’ambito socio-sanitario ed assistenziale)allo scopo di favorire l’ascolto di sé e dell’altro, per un miglioramento delle dinamiche relazionali.
  • Aiuta a superare i momenti di crisi evolutiva nelle diverse età, operando per prevenire l’instaurarsi di
  •  una situazione patologica, eventualmente in collaborazione con altre figure professionali
  • Interviene specificatamente in situazioni di patologia conclamata, operando per la mobilizzazione delle risorse psicofisiche della persona e del suo contesto


Come lavora
L’intervento di aiuto psicomotorio può essere realizzato in forma individuale o di gruppo: risultanti dall’osservazione dei bisogni di ogni singolo bambino e sull’individuazione di un progetto di lavoro specifico.


http://www.anupi.it/



Pagine secondarie (1): Progetti Neuro e Psicomotricità
Comments