MI DIFENDO AGGREDENDO!

L’AGGRESSIVITA’ COME ESPRESSIONE DI CONFLITTI INTERNI
Alcune problematiche in cui spesso ci si imbatte a scuola sono la tensione emotiva, la rabbia, l’aggressività legate anche ai rapporti competitivi/aggressivi che si instaurano in classe, dove l’atteggiamento aggressivo è spesso manifestazione spontanea della volontà di appropriarsi di un oggetto o di un territorio e di imporre il proprio punto di vista.

Spesso è il risultato di molteplici reazioni che si manifestano in alcune circostanze (reazione alla violenza degli altri, a quella dell’ambient, risposta agli stress e alle frustrazione, desiderio di imporsi)... bisogna considerarla sempre come modo di esprimersi e di comunicare!

OBIETTIVO
aiutare i bambini a riconoscere e dominare i sentimenti di rabbia e ad instaurare rapporti non aggressivi

STRUTTURA DEL PROGETTO
Il percorso psicomotorio prevederà 12 incontri. I bambini saranno, ovviamente, suddivisi per età anagrafica:
  • Scuola dell’Infanzia
  • Primo Ciclo Scuola Primaria
  • Secondo Ciclo Scuola Primaria
Attraverso proposte, opportunamente scelte ed indirizzarte ai bambini che andranno a comporre il gruppo, si cercherà di offrire loro uno spazio di :
  • ACCOGLIENZA della pulsione motoria legata all’azione del distruggere
  • RICONOSCERE CIO’ CHE PROVOCA RABBIA ED AGGRESSIVITA’
  • SFOGARE E DOMINARE LA RABBIA E L’AGGRESSIVITA’
  • COSTRUIRE L’AUTOSTIMA (instaurare rapporti non aggressivi ma cooperativi e di alleanza in contrasto con l’affermazione individualistica di sé attraverso la forza e la potenza)
Strutturando a poco a poco il comportamento sociale del bambino, esso lo aiuterà a definire progressivamente i limiti di ciò che è consentito, di ciò che è sopportabile e di ciò che è vietato.

CONTATTI Patrizia FERRARA Psicomotricista e Terapista della Neuropsicomotricità, Tel. 347-9775708
Comments